HOME NOTIZIE RUBRICHE FOTO ALBUM FORUM CONTATTI
  
   Registrati adesso su Gratteri.org!    Login
Conoscere Gratteri
Menu
Link sponsorizzati
Chi c'è online
12 utente(i) online
(1 utente(i) in Tutorials)

Iscritti: 0
Ospiti: 12

altro...
Menu (solo webmaster)


Home > Tutorials > PROGRAMMI ELETTORALI > UNITI PER GRATTERI - Programma Tutorials

PROGRAMMI ELETTORALI

UNITI PER GRATTERI - Programma

Di Dario Drago [dariodrago]
2013/5/17 15:50


















PROGRAMMA AMMINISTRATIVO Comprensivo dell'elenco di almeno la metà degli assessori da nominare del candidato alla carica di Sindaco Ing. Giacomo ILARDO




PREMESSA
In occasione delle elezioni amministrative, ho maturato la convinzione di rinnovare il mio impegno a servizio del nostro meraviglioso paese, al quale mi legano profondi vincoli affettivi e tenaci rapporti sociali con le nuove e le vecchie generazioni.
In quasi quindici anni di esperienza amministrativa da Consigliare comunale ho collaborato con tanti miei concittadini, ho dato ascolto ai loro suggerimenti e alle istanze che più diffusamente e con maggior urgenza sono emerse nella nostra Comunità; mi sono adoperato per risolvere tanti problemi, piccoli e grandi.
L’attività dei gruppi di minoranza dei quali nel tempo ho fatto parte è stata caratterizzata da una presenza costante, attiva e responsabile alle sedute consiliari e dalla disponibilità a un confronto aperto con le maggioranze che via via si sono succedute. Non sono mancate le contrapposizioni, ma la serietà dei nostri comportamenti, improntati alla discussione sul merito dei problemi, ha consentito di raggiungere importanti convergenze su temi di rilievo.
In questi anni ho capito che un buon amministratore deve sapere ascoltare e dialogare con tutti, che in una piccola comunità come Gratteri occorre superare le divisioni, le appartenenze politiche, gli illogici “veti reciproci”, che bisogna fare fronte comune e impegnarsi, con determinazione, per vincere le difficili sfide che ci aspettano.
Di fatto, la lista “Uniti per Gratteri” incarna questa volontà di collaborare. Una volontà ampiamente condivisa, che valorizza capacità, competenze, esperienze individuali e collettive diverse e le mette a servizio della nostra Comunità.
Questa è la vera promessa che tutti noi facciamo ai cittadini gratteresi, non le facili soluzioni ai grandi problemi ma il coraggio e l’impegno nell’affrontare insieme le difficoltà quotidiane.
Siamo stanchi di obbedire a logori schemi ideologici o a rigidi schieramenti precostituiti. Non perché non crediamo più nella diversità degli orientamenti politici, ma perché siamo convinti, dovendoci misurare con la concretezza dei complessi nodi strutturali di un equilibrato sviluppo, che le divisioni, in una piccola comunità come la nostra, costituiscono un ostacolo alla loro soluzione e sono causa, oltre che di immobilismo, di risentimenti personali e profonde lacerazioni del tessuto sociale del nostro paese.
L’unità, per converso, consentendo di responsabilizzare le energie migliori in un clima più disteso e solidale, costituisce il presupposto fondamentale per recuperare orgogliosamente i diritti di piena cittadinanza e, con essi, la possibilità concreta di individuare percorsi virtuosi che diano speranza alle nuove generazioni.

Oggi più di ieri abbiamo ben presente cosa dobbiamo e cosa possiamo fare; da qui le indicazioni programmatiche che vi proponiamo.

1. PRINCIPI GENERALI – PARTECIPAZIONE - TRASPARENZA
L’azione amministrativa che intraprenderemo si ispirerà ai principi di trasparenza, efficienza, economicità e, soprattutto, di giustizia sociale.
Proponiamo una linea di sviluppo del nostro Paese compatibile con la propria storia, con i monumenti che vi sorgono, con le sue qualità morfologiche. La nostra azione amministrativa sarà improntata, pertanto, alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio, del patrimonio urbanistico-architettonico e alla valorizzazione del patrimonio culturale.
Punto fondamentale del nostro programma è l’introduzione di strumenti di democrazia partecipativa che consentano di orientare le scelte e le priorità dell’azione amministrativa: solo con il contributo diretto dei cittadini alla formazione dei processi decisionali si possono attuare interventi più giusti e più vicini alle reali esigenze della comunità che si amministra.
Occorre, poi, migliorare l’U.R.P., affinché il cittadino possa rivolgersi alla struttura pubblica ed ottenere precise ed immediate risposte; introdurre la diretta streaming dei Consigli comunali, per dare l’opportunità a tutti i cittadini di controllare il lavoro dei loro rappresentanti.
Ad ogni cittadino sarà data l’opportunità di verificare i risultati dell’azione amministrativa. Oltre agli adempimenti previsti dalla legge in materia di trasparenza e alla pubblicazione di tutti gli atti amministrativi all’albo pretorio telematico, è nostro intendimento documentare on-line l’attività della Giunta e dei Consiglieri comunali. Ciò offrirà agli elettori e ai cittadini l’opportunità di rendersi conto in tempo reale delle capacità gestionali dell’amministrazione nonché della complessità dei problemi e/o ostacoli che via via si presenteranno in corso d’opera.
Meno conflitti più cooperazione: in questa direzione ci impegneremo sollecitando il contributo di tutte le associazioni sindacali, culturali, sportive e di categoria, delle quali valorizzeremo idee e capacità progettuali.

2. LAVORO
Riteniamo nostro dovere prioritario sia mantenere l’occupazione esistente sia intervenire per ridurre la disoccupazione e la sottoccupazione. Procederemo, pertanto, a riorganizzare e rinnovare tutti gli strumenti delle politiche attive del lavoro utilizzate dalle precedenti amministrazioni rendendole più idonee alle mutate esigenze di un mercato in continua evoluzione.
Investiremo, in particolare, sulla formazione, che, a nostro avviso, costituisce la chiave di volta della politica del lavoro; forniremo ai giovani e ai disoccupati adeguati strumenti di orientamento.
Un discorso a parte merita l’annosa questione della condizione di precariato dei lavoratori, oramai non più giovani, impiegati nel Comune. Occorre prendere seriamente in considerazione tutte le opportunità che la normativa vigente mette a disposizione delle Amministrazioni locali per incrementare occupazione stabile, destinando investimenti per l’attivazione di varie occasioni di impiego e rispondendo ai bisogni sociali ancora insoddisfatti, nel rispetto della dignità di ciascun lavoratore.
Nell’ambito della politica occupazionale che intendiamo promuovere, ci attiveremo per incoraggiare ogni concreta iniziativa imprenditoriale atta a creare posti di lavoro, anche mediante agevolazioni in materia di imposte e tributi locali.

3.TURISMO - AGRICOLTURA-ARTIGIANATO
Il turismo svolge un ruolo strategico fondamentale ai fini dell’occupazione e della crescita economica di una comunità: oltre a stimolare la domanda globale, l’attività turistica crea nuovi posti di lavoro, stimola i consumi, favorisce la nascita di nuove strutture ricettive, di infrastrutture e servizi.
Gratteri ha una straordinaria vocazione turistica, che pure stenta ad affermarsi, nonostante gli sforzi delle passate amministrazioni.
D’altra parte, i connotati tradizionali della nostra realtà sono quelli di un paese ad economia agricolo-forestale-zootecnica, che non ha avuto le giuste opportunità di potenziamento e sviluppo.
La marginalità del paese rispetto al circuito dell’economia dominante ne ha preservato, tuttavia, il centro abitato e il territorio, che costituiscono oggi il punto di forza attorno a cui costruire un progetto di rilancio del nostro comune: ove dovesse venire meno questo presupposto, il grosso rischio sarebbe l’indiscriminato saccheggio di questa enorme ricchezza, perpetrato in nome di una imprecisata idea di sviluppo, che priverebbe definitivamente i Gratteresi della loro unica vera risorsa.
Siamo convinti che Gratteri debba puntare con forza a un turismo di qualità, che sia strettamente legato alla promozione del suo patrimonio artistico-architettonico, naturalistico ed ambientale.
In continuità, pertanto, con le politiche turistico-ambientali già da tempo avviate:
definiremo di un programma di recupero del centro storico che ne valorizzi la struttura topografica con particolare riguardo ai materiali usati per le pavimentazioni, l’illuminazione, l’arredo delle vie;
incentiveremo gli investimenti per la ristrutturazione delle abitazioni private;
individueremo aree da destinare a parcheggio (e di un’area da attrezzare per la sosta dei camper);
provvederemo al risanamento delle zone periferiche.
Sarà inoltre necessario:
migliorare e potenziare i sistemi e le reti di servizio e le strutture di accoglienza dei flussi turistici;
interagire con gli operatori economici e le associazioni;
sostenere la formazione delle professioni turistiche;
promuovere iniziative sportive quali il trekking e le passeggiate su sentieri locali con mountainbike.
Siamo altrettanto convinti, però, che nessun turismo si può sviluppare se non si innescano processi integrati di commercio, produzione artigianale e agro-silvo-pastorale. Il cammino da intraprendere deve portare, dunque, alla formazione di una rete attraverso la quale, dopo aver individuato gli obiettivi tramite riunioni di categoria e tavoli tecnici, si possa avviare un virtuoso circuito produttivo che rilanci la nostra economia .
A tal fine, sarà indispensabile instaurare più intensi e fattivi rapporti di collaborazione con l’Ente Parco, che dovrà diventare luogo primario della partecipazione e svolgere un ruolo di promozione strutturato e riqualificato su scala regionale, nazionale, estera.
Ci impegneremo, inoltre, perché il Parco non costituisca un freno delle attività legate allo sviluppo ecocompatibile della zona, bensì diventi punto di riferimento per un’agricoltura biologica di qualità e per il rilancio delle attività artigianali e zootecniche.

4. SERVIZI SOCIALI
Particolare attenzione riserveremo agli anziani e ai giovani, i soggetti cioè che la spietata logica della produttività tende a marginalizzare perché non producono più o non producono ancora. Sia gli uni che gli altri, per il nostro progetto inclusivo, costituiscono, invece, un’importante risorsa da valorizzare e coinvolgere. Promuoveremo, pertanto, incontri programmati giovani-anziani, per mettere proficuamente a confronto le nuove idee, i progetti e gli entusiasmi dei primi con il “sapere” e la saggezza dei secondi, custodi privilegiati della nostra memoria storica locale.
Servizi agli anziani-Solidarietà
Estenderemo ulteriormente il servizio di assistenza domiciliare agli anziani e ai diversamente abili, incrementando il numero di operatori coinvolti.
Sosterremo tutte le associazioni e i movimenti che si impegnano nel sociale e nel volontariato.
Ci attiveremo per dare in gestione, una volta ultimata, la casa di riposo.
Continueremo a mantenere attivo l’importantissimo servizio di prelievo emato-chimico.
Compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, continueremo a dare sostegno ai cittadini più bisognosi, sia attraverso l’istituzione di un fondo per l’erogazione di bonus gas, energia elettrica e telefono sia avanzando richieste specifiche di finanziamento di bonus socio-sanitari.
Avvieremo, tramite il Piano di Zona, altri progetti e servizi a favore delle categorie svantaggiate.
Servizi ai giovani
Responsabilizzeremo i giovani, forza vitale della nostra comunità, il cui contributo non ci stancheremo di sollecitare attraverso incontri culturali, iniziative di promozione di prodotti tipici locali, manifestazioni sportive e ludico-ricreative.
Associazionismo e volontariato, dall’ambito sociale a quello della protezione civile, dovranno costituire i naturali interlocutori della futura amministrazione, che assicura fin da ora piena disponibilità all’ascolto e alla fattiva collaborazione.
Attenzione particolare riserveremo alle politiche giovanili - regionali, nazionali ed europee - al fine di promuovere e valorizzare le capacità individuali e di gruppo.
Investiremo sulla formazione culturale e sociale dei nostri ragazzi, proponendo corsi di lingua durante i mesi estivi e un’attività di cineforum durante il periodo invernale. Creeremo, presso un locale comunale, un’apposita postazione per l’accesso gratuito a Internet.
Ci adopereremo per offrire ai nostri bambini nuove opportunità di aggregazione attraverso la realizzazione di una ludoteca presso un idoneo locale comunale.
Ci impegneremo a riqualificare gli spazi ricreativi esterni quali luoghi di incontro, svago e socializzazione.
Istituiremo, in collaborazione con le Università e il CONI Regionale, un “Osservatorio per la Ricerca e la Valorizzazione del Talento dei Giovanissimi in ambito Sportivo e Scolastico”.

5. AMBIENTE –SOSTENIBILITA’
La politica ambientale è un punto cardine e qualificante del nostro programma. La tutela e la salvaguardia dell’ambiente sono, infatti, una necessità irrinunciabile.
Rivaluteremo, perciò, l’ampia cintura verde che circonda il nostro paese mediante il reimpianto delle essenze forestali andate distrutte (pinete preesistenti); riqualificheremo il parco della “Grotta Grattara”, che dovrà diventare un fiore all’occhiello della nostra cittadina.
Potenzieremo ed incentiveremo il servizio di raccolta differenziata porta a porta con un sistema di identificazione dell’utente e della tipologia di rifiuto allo scopo di ridurne la quota destinata alle discariche, sempre più decentrate e lontane, circostanza quest’ultima che determina l’incremento dei costi del servizio. A tal fine sarà opportuno individuare aree dove sarà possibile attuare il cosiddetto “compostaggio di comunità” dell’umido opportunamente selezionato. Ma il nostro obiettivo finale è “ rifiuti zero”. Un obiettivo a cui assegniamo, oltre che un alto significato civico ed educativo, anche un concreto valore economico: la riduzione dei costi del servizio.
Rientra nel nostro progetto anche l’apertura di un Ecopunto per la differenziata, un “negozio”che consentirà ai cittadini di “barattare” i loro rifiuti (plastica, cartone e alluminio) con beni di prima necessità, rendendo tangibili i benefici generati dal riciclo.
Punteremo poi su una politica a sostegno delle fonti di energia rinnovabile, incentivando l’installazione di impianti fotovoltaici che contribuiranno a disegnare il profilo di una Gratteri moderna, orientata verso una gestione delle risorse non riproducibili e decisa a sperimentare tecnologie innovative e a creare opportunità di crescita economica e di lavoro.

6. SERVIZIO IDRICO INTEGRATO
Nel rispetto dell’ultimo esito referendario e in continuità con le scelte dalla passata Amministrazione, garantiremo la totale forma PUBBLICA del servizio.
Va da subito programmata la ricerca di nuove fonti di approvvigionamento, ad integrazione dell’attuale portata idrica, assai ridotta nei mesi estivi-autunnali, al fine di assicurare ai cittadini la continuità dell’erogazione dell’acqua.
E’ nostro intendimento, inoltre, procedere al rifacimento della rete idrica interna all’abitato, allo scopo di ridurre al minimo fisiologico le perdite idriche, aggiornando il progetto esistente e portandolo a finanziamento. Ci attiveremo, altresì, per reperire le risorse finanziarie necessarie alla realizzazione della rete idrica nelle contrade Carbone-Rapputi.
Atteso che in atto al Comune è stata rilasciata un’autorizzazione provvisoria allo scarico dei reflui, occorrerà celermente provvedere a realizzare le opere occorrenti per il completamento, l’attivazione e la relativa gestione dell’impianto di depurazione comunale.

7. STRUTTURA AMMINISTRATIVA
La struttura amministrativa deve essere orientata e organizzata secondo criteri di imparzialità, trasparenza e competenza.
È nostro intendimento:
provvedere ad ammodernare la macchina amministrativa al fine di snellire le procedure burocratiche in rapporto alle necessità dei cittadini;
istituire un apposito sportello quale luogo d’incontro tra l’Amministrazione comunale e le istanze del cittadino;
coprire i posti fondamentali della dotazione organica in atto vacanti;
valorizzare le competenze dei dipendenti comunali con adeguati corsi di formazione.
Compatibilmente con la legislazione nazionale e regionale, verrà attenzionata la problematica relativa alla stabilizzazione dei precari, il cui lavoro è fondamentale per garantire il funzionamento di servizi essenziali.

8. LAVORI PUBBLICI – INVESTIMENTI
L’impegno prioritario è di completare la casa di riposo degli anziani, per la quale è già stato approntato ed approvato il progetto esecutivo e si è in attesa del decreto di finanziamento. Il completamento di questa importantissima opera pubblica e l’avvio della relativa gestione daranno alla popolazione anziana la possibilità di accedere a nuovi servizi, costituiranno per i giovani un’occasione di lavoro.
Altre opere in programma sono:
la realizzazione dell’impianto di illuminazione con tecnonologia LED, per la quale è stato già ottenuto il finanziamento e si è in attesa dell’avvio delle procedure di appalto da parte dello sportello unico territoriale;
la ristrutturazione e l’adattamento dei locali dell’ex macello comunale a Museo civico etno-antropologico;
i lavori di risanamento dell’Abbazia di San Giorgio, che prevedono il restauro conservativo del rudere, la realizzazione di scavi nei dintorni dell’abbazia e la creazione di servizi di base per i visitatori;
i lavori di ampliamento del cimitero comunale, per il quale è già stato approntato il relativo progetto definitivo di ampliamento, da finanziare anche attraverso la vendita preventiva dei loculi.
Si dovrà provvedere, inoltre, ad un mirato intervento di manutenzione straordinaria degli impianti sportivi comunali siti in contrada “Pianura”, anche avanzando richiesta di finanziamento presso il CONI, al fine di assicurare ai giovani Gratteresi la possibilità di praticare in loco l’attività sportiva.

9. VIABILITA’
Ci attiveremo con fondi nostri per risolvere i problemi relativi alla viabilità comunale ed eserciteremo un’azione di pressione presso gli Enti sovra-comunali per ciò che è di loro competenza.
In particolare, ci adopereremo per eseguire i seguenti interventi:
- manutenzione straordinaria delle vie all’interno dell’abitato nonché nelle C.de Rapputi e Campella;
- manutenzione straordinaria di alcuni tratti della strada intercomunale Gratteri-Collesano;
- pavimentazione di alcune stradelle rurali;
- potenziamento della segnaletica stradale e della toponomastica all’interno e all’esterno del centro abitato.

10. SCUOLA
La nostra scuola, come tutte le scuole dei piccoli comuni, ha pagato i tagli di un’indiscriminata politica di riduzione dei costi di gestione con l’accorpamento di diverse classi, che limita, di fatto, le opportunità formative dei nostri ragazzi.
Ci impegneremo, pertanto, a collaborare costantemente con l’Istituzione scolastica, supportandola con attività integrative che possano in qualche maniera ridurre e compensare il gap che i nostri ragazzi devono, loro malgrado, subire. Predisporremo specifici progetti finalizzati sia ad educare la loro sensibilità etico-civile, sia a fornire strumenti di auto-orientamento per le scelte future; e ciò anche con il sostegno dell’associazionismo, segno importante, in una comunità piccola come la nostra, di solidarietà e volontà di fare.
In materia di edilizia scolastica ci impegniamo a realizzare:
gli interventi di manutenzione ed adeguamento agli standard di sicurezza dell’edificio sito in piazzale Ungheria, già programmati e finanziati;
una tensostruttura nel cortile esterno da adibire a palestra.

11. CULTURA – SPORT
L’attività che intraprenderemo in questo settore sarà volta principalmente al recupero dell’identità culturale del nostro paese e alla valorizzazione della sua memoria storica.
Ci proponiamo di:
- sostenere le tradizioni popolari, attraverso protocolli d’intesa con il mondo della scuola, associazioni e circoli culturali;
- programmare incontri con Enti e Istituzioni presenti nel territorio per - progettare, pianificare politiche culturali, definendo tempi, modalità, interventi e reperimento delle risorse;
- avviare e finanziare attività culturalmente significative, che non banalizzino e deformino il patrimonio storico ed etnologico;
- potenziare il patrimonio della biblioteca comunale e creare al suo fianco una biblioteca multimediale;
- sostenere la cultura musicale e teatrale;
- promuovere pubblicazioni di opere di storia locale – memorie, biografie e produzioni letterarie in dialetto o in lingua;
- promuovere incontri periodici con editori della provincia che, senza pretese dirigistiche o semplici calcoli di mercato, possano sollecitare interessi e orientare le scelte;
- incoraggiare attività artistiche, culturali e ricreative (mostre, dibattiti, proiezioni cinematografiche).
Lo sport, competitivo o partecipativo, dovrà assumere anche a Gratteri un ruolo importante quale momento di aggregazione collettiva e di crescita civile, morale e sociale sociale.
Si rende, quindi, necessario:
- incentivare la pratica sportiva sostenendo società sportive, manifestazioni e partecipazioni ad eventi;
- risanare gli impianti sportivi comunali che devono ritornare ai livelli ottimali.

12. GESTIONE DEL TERRITORIO
Nell’ottica di un’urbanistica dinamica, che dia risposte rapide e immediate alle esigenze della collettività, procederemo in prima battuta alla revisione delle norme tecniche e del regolamento edilizio del vigente PRG. Tale necessità di intervento sull’attuale strumento urbanistico è il primo passo per avviare un confronto sulle modifiche da apportare per soddisfare i bisogni vecchi e nuovi dei cittadini.

Approfondimenti al programma sul nostro sito: http://www.unitipergratteri.jimdo.com/

ELENCO DEGLI ASSESSORI DESIGNATI
1)Rag. SANTORO Francesco, nato a Gratteri (Pa) il 15/06/1957;
2)Avv. PORCELLO Antonella, nata a Cefalù (Pa) il 29/04/1974.
PROGRAMMI ELETTORALI: In questo modulo potrete trovare i programmi elettorali delle liste ammesse alla competizione per le prossime elezioni amministrative 2013

Questo articolo è stato letto 1305 volte. | Valutazione: 5.74 | Voti: 43.

  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  




Gratteri.org su facebook
Link sponsorizzati


 

Gratteri.org © 2001-2016 | info webmaster@gratteri.org | Develop & Graphics by D3Design.it | CheFacile.com | Cookie policy