HOME NOTIZIE RUBRICHE FOTO ALBUM FORUM CONTATTI
  
   Registrati adesso su Gratteri.org!    Login
Conoscere Gratteri
Menu
Link sponsorizzati
Chi c'Ŕ online
32 utente(i) online
(2 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Ospiti: 32

altro...
Menu (solo webmaster)


   Tutti i post (susanna)




Re: A proposito del giovedý di mastri: LASCIAMO PERDERE I LUPI!
Utente
Iscritto il:
1970/1/1 1:00
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 99
Offline
Mi permetto di riaprire lo spazio dedicato alla discussione dello Juovi e mastri, per puntualizzare una mia frase che, da quello che mi dicono, ha creato qualche fraintendimento. Quando ho parlato di " un futuro che lontano da qui appare pi¨ roseo" non mi riferivo a gratteri in sŔ ma al sud in generale e alla sicilia in particolare, purtroppo quando si scrive di getto non si pensa che qualche frase possa dare adito a strumentalizzazioni o fraintendimenti. Grazie.
Susanna Lombardo

Inviato: 2011/7/18 14:47
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: A proposito del giovedý di mastri: LASCIAMO PERDERE I LUPI!
Utente
Iscritto il:
1970/1/1 1:00
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 99
Offline
Rimango basita da certi commenti saccenti e privi di qualsiasi spunto che possa aiutare, chi si impegna costantemente per mantenere vivo il nostro paese, ma, nonostante io sia un animo notoriamente polemico, voglio usare questo momento per rivolgermi a Dario e con lui a tutti i ragazzi che hanno avuto il coraggio di rimanere e continuare a credere che fosse possibile vivere nel luogo in cui si Ŕ nati. Non Ŕ facile, molti come me si sono allontanati, stanchi di una situazione che appare non modificarsi mai, allettati da un futuro, che lontano da qui, se non pi¨ felice appare sicuramente pi¨ roseo.. Certo, sarebbe facile da parte mia dirvi che state sbagliando tutto e indicarvi, dall'alto del mio sommo sapere, come dovete gestire le feste, le tradizioni e tutto quello in cui vi impegnate. Potrei farlo per telefono o su internet, indagando nelle foto se rispettate quelle che sono le mie convinzioni in merito, ma, quello che vi dico in questo momento Ŕ grazie.. Grazie di occuparvi della mia Gratteri e grazie per il modo in cui continuate a crederci. Il giorno dello Juovi e mastri, ho ricevuto la chiamata del mio collega dell'ultimo commento e l'ho invidiato per un attimo per l'entusiasmo e la gioia con cui filmava e fotografava la giornata. Non so come vi potrete chiamare, ma in quel suono dei tamburi, che ho sentito da lontano, ho immaginato le facce di ogni mio compaesano, le montagne mie amate e la brezza delle mattine di giugno... Andate a avanti sempre cosý e se qualcuno ha qualcosa da ridire, sorridete.. A volte parliamo per tanti motivi e non sempre per quelli giusti!

Inviato: 2011/7/9 15:33
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: I soprannomi di Gratteri
Utente
Iscritto il:
1970/1/1 1:00
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 99
Offline
Premettendo che a causa dell'usanza di trasferire le "nciurie" solo ai discendenti maschi della stirpe, risulto essere priva di nciurie dirette.. SCIURBA, era la nciuria del mio bisnonno, padre di mia nonna, non ne conosco la derivazione. Il mio bisnonno materno invece veniva soprannominato CIUMPA, si dice che prendesse spunto dal suono della grancassa che per anni ha suonato nella banda cittadina.. il mio contributo..

Inviato: 2008/7/4 11:07

Modificato da dariodrago su 4/7/2008 14:40:12
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Gratteri: un paese immerso nel "verde"!!!
Utente
Iscritto il:
1970/1/1 1:00
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 99
Offline
Dario chiede commenti.... Effettivamente di fronte ad immagini cosý eloquenti risulta davvero difficile scrivere commenti.. La cosa che salta agli occhi Ŕ la totale indifferenza. Capisco che in questi giorni siano tutti in pi¨ interessanti faccende affaccendati, ma il clima di totale abbandono in cui sembra versare il nostro paese genera inevitabile tristezza. Io sono convinta che entro giugno "l'ierva di vientu" si estinguerÓ miracolosamente, e tutto questo genera ancora pi¨ tristezza. Qualcuno accuserÓ Dario di non fare un bel servizio al paese pubblicando delle foto cosý crudelmente reali, io penso che non Ŕ chiudendo gli occhi se si fa un bel servizio al nostro paese.

Inviato: 2008/4/20 11:44
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Le tradizioni... vecchi ricordi???
Utente
Iscritto il:
1970/1/1 1:00
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 99
Offline
Vorrei davvero capire le motivazioni per le quali una vecchia tradizione del nostro paese, debba lasciare il posto ad una nuova inspiegabile collocazione...Sinceramente, da tutta la polemica si evince che, ancora fortunatamente, qualcuno sente il senso di appartenenza e la volontÓ di non lasciare che si possano cancellare, con un immotivato dictat, anni e anni della nostra storia... Non voglio essere tacciata di essere una persona che fa "meri sfoggi di cultura",ma il fatto che tale tradizione, caratterizzata appunto dalla solitudine della madonna, venga studiata da anni nella facoltÓ di lettere, nella materia storia delle tradizioni popolari, mi fa pensare che effettivamente sarebbe una perdita inestimabile per tutti noi... Io non sono al vertice di nessuna struttura gerarchica e antidemocratica, ma il mio parere, pi¨ o meno condiviso, Ŕ il parere di una gratterese..

Inviato: 2008/3/12 17:04
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La mia proposta
Utente
Iscritto il:
1970/1/1 1:00
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 99
Offline
Scusate se mi permetto, non vorrei essere anche io oggetto dei vostri sproloqui.... Vorrei ricordare che questo forum Ŕ rivolto a chi ha la voglia di proporre in modo costruttivo qualcosa per il nostro "paesello" e non un modo per sputare veleno avvalendosi dell'anonimato.. Sono contraria per indole e cultura alla censura, ma inviterei coloro che hanno qualcosa da dire a metterci la faccia altrimenti invito Dario a inseririre un altro forum dal titolo " di anche tu qualcosa di distruttivo". Scusate se mi permetto, ma penso che il nostro sia un paese contraddittorio e che basterebbe un p˛ di coesione per poter effettivamente sperare che possa un giorno diventare un'isola felice, quindi BASTA CHIACCHERE DA BAR!!!!!!basta!!!!!!!!!

Inviato: 2008/3/5 21:36
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: a vecchia
Utente
Iscritto il:
1970/1/1 1:00
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 99
Offline
Nonostante le mie opinioni valgano poco, (non sono un politico e non ambisco a farlo e non sono un antropologo e non ho voglia di rimettermi sui libri per diventarlo), penso di poter dire la mia in quanto faccio parte del gruppo di quei pochi cretini che ogni anno per puro spirito di appartenenza hanno corso lungo le vie del paese dietro un asino cantando:"viva viva lu capudannu".....Non mi fraintendete, uso il termine cretino per riferirmi al fatto che, in qualsiasi altro giorno dell'anno non mi sognerei neanche di fare una cosa del genere....L'ho fatto, mi sono divertita e non ho risposto alla chiamata di nessuno, lo rifarei?? .....Ecco, in primo luogo penso che ci˛ che distingue me dal buon politico Ŕ il fatto che, io devo essere coinvolta il politico, almeno quello buono dovrebbe avere come primo interesse quello di coinvolgere la gente..... Io, posso anche evitare il dialogo(potrebbe non interessarmi sapere cosa ne pensano i giovani o gli anziani) il politico, almeno quello buono, dovrebbe cercare il dialogo con tutti perchŔ Ŕ il suo lavoro migliorare le cose e capire le esigenze degli amministrati...... Questo per dire che, a mio modesto parere le cose non vanno molto bene, potrei stare ore ed ore ad analizzare le motivazioni di tutto ci˛( il processo non si fa perchŔ da fastidio a molti, il giro della vecchia si Ŕ accorciato per favorire i cenoni.....), ma non Ŕ questo il mio interesse, "IO non sono un politico e non ambisco a farlo". Penso che ci sia la voglia da parte di tutti di fare rinascere una tradizione che oltre ad avere una valenza turistica ha una valenza antropologica da non sottovalutare, non a caso da anni studenti di lettere studiano "a vecchia"nel corso di antropologia, quindi,per coloro i quali(non so chi siano e mi scuseranno)hanno avuto il coraggio di proporre corbellerie come: spostiamo il giorno o l'ora, propongo una attenta lettura di quache testo inerente l'argomento...
Enza diceva, che se i giovani propongono l'amministrazione Ŕ lieta di provvedere.......Dario ha proposto.........Aspettiamo i fatti.... In attesa di sviluppi vi saluto tutti cordialmente.

Inviato: 2007/12/6 22:39
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: INCENDIO A GRATTERI
Utente
Iscritto il:
1970/1/1 1:00
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 99
Offline
Appena svegli l'odore di fumo ci ha riportati al ricordo di una giornata che la maggior parte di noi vorrebbe cancellare. Il paesaggio, tanto decantato anche in questo sito, appare oggi irrimediabilmente mutato. Oggi potrebbe sembrare superfluo parlare di colpe, di ritardi, di disorganizzazione, ma appare evidente che Ŕ tempo di riflessioni. Non vorrei che tutto cadesse, come spesso Ŕ stato, nel dimenticatoio e che da tale orribile esperienza non traessimo qualche spunto affinchŔ quello che Ŕ accaduto non accada mai pi¨. Viviamo in un luogo in cui la vegetazione lambisce le case, in cui i boschi sono considerati il nostro vanto, appare dunque un sacrilegio non occuparci della prevenzione. Che gli incendi siano dolosi appare evidente, ma sarebbe necessario interrogarci se, con un pi¨ capillare intervento di pulizia sul territorio l'incendio si sarebbe potuto arrestare con pi¨ facilitÓ e se non fosse il caso di istruire gli stessi cittadini ad usare un comportamento pi¨ idoneo nel caso di una calamitÓ. Non Ŕ stato piacevole vedere le macchine che scappavano dal paese, dimentichi del fatto che solo con l'aiuto di tutti si poteva salvare il salvabile, non Ŕ stato bello vedere la disorganizzazione e la paura nel volto di chi avrebbe dovuto avere la situazione sotto controllo. Un grazie va a tutti i ragazzi che si sono adoperati per spegnere i fuochi della grotta e della pineta, a tutti coloro che nonostante non avessero alcun obbligo derivante da un contratto di lavoro hanno impiegato le loro forze per domare l'incendio.

Inviato: 2007/8/24 19:15
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio







Gratteri.org su facebook
Link sponsorizzati


 

Gratteri.org ę 2001-2016 | info webmaster@gratteri.org | Develop & Graphics by D3Design.it | CheFacile.com | Cookie policy